Archive for maggio 2011

INVITIAMO DE MAGISTRIS SINDACO A RILANCIARE L’ ECONOMIA CAMPANA PROPONENDO DA SUBITO NAPOLI COME ZONA FRANCA, AD USCIRE DALLA MITOLOGIA DELLA COSTOSA RACCOLTA DIFFERENZIATA, GUARDANDO ALL’ ESPERIENZA DELLO SMALTIMENTO RIFIUTI A TELAVIV, AL PROGETTO DI SANDRO BUZZI E ALL’ OFFERTA DI PAOLO PLESCIA PER RICAVARE RICCHEZZA DALL’ IMMONDIZIA.

31 maggio 2011

Egregio  Luigi De Magistris,

la Sua promessa di realizzare in 6 mesi il 70% della raccolta differenziata appartiene al legittimo entusiasmo, ma è promessa irrealizzabile che ha già dato appiglio ai suoi nemici di farLe accuse di “masaniellismo”.

La preghiamo di considerare che altri hanno promesso più volte,  ad una Napoli esasperata, di risolvere  in pochi giorni il problema spazzatura.

I  napoletani hanno il diritto di essere riscattati da comportamenti rigorosi e da progetti innovativi che la drammatica situazione richiede, essendo  reduci dalle prese in giro  inferte da uomini del Nord affetti da “bauscismo”,  che, con casco antinfortunistico, hanno inaugurato un piccolo reparto del costoso termovalorizzatore di Acerra facendo credere, tramite media asserviti, che veniva avviato  l’ impianto risolutore.

Lasci le  promesse   non realizzabili alle cariatidi della politica dal cui abbraccio mortifero  dovrà guardarsi e porti i problemi con soluzioni fattibili in piazza, fra i cittadini ed i giovani chiedendone la partecipazione alla realizzazione, isolando in tal modo le forze politiche retrive della vecchia nomenclatura avvezze all’ abiezione clientelare ed a nascondersi  all’ ombra dei palazzi ed il cui agire  ha  ferito Napoli ed i napoletani.  Il mondo guarda  Napoli ed attende concrete soluzioni.  Buone scelte . francesco miglino  –  gruppo San Francesco

Annunci

DOPO IL RINVIO A GIUDIZIO DELLA PROCURA DI NAPOLI PER “EPIDEMIA COLPOSA” DEI RESPONSABILI DELL’ABERRANTE SITUAZIONE DELL’ IMMONDIZIA A NAPOLI, I LEGALI DEL GRUPPO SAN FRANCESCO RICORRERANNO AL TRIBUNALE INTERNAZIONALE QUALORA I NUOVI AMMINISTRATORI NON RISOLVERANNO IL PROBLEMA.

29 maggio 2011

LA MANCATA SOLUZIONE DELL’ IMMONDIZIA A NAPOLI HA CREATO E CREA  UN  VULNUS GRAVISSIMO ALLA SALUTE,  ALLA DIGNITA’,  ALL’ ECONOMIA DEI CITTADINI DI NAPOLI E DELLA PROVINCIA E ALL’ IMMAGINE DELL’ ITALIA IL CUI NOME E’ STATO ED E’ CONIUGATO IN TUTTO IL MONDO CON I CUMULI DI IMMONDIZIA MOSTRATI IN NUMEROSE DOCUMENTAZIONI FOTOGRAFICHE . *** LA PROCURA DI NAPOLI HA RINVIATO A GIUDIZIO PER EPIDEMIA COLPOSA L’ EX PREFETTO DI NAPOLI ALESSANDRO PANSA, ANTONIO BASSOLINO E ROSA RUSSO IERVOLINO. MA NESSUNA PENA SARA’ TANTO SEVERA DA POTER RIPAGARE IL MALE CAUSATO  ALLA SALUTE DEI CITTADINI, AL TURISMO, ALL’ IMMAGINE DELLA CAMPANIA.  I POLITICI CONNIVENTI  PERSISTONO, CON UN CINISMO AGGHIACCIANTE, A PERPETUARE LA SITUAZIONE DI DEGRADO ANCORA OGGI ESISTENTE INVECE  DI INTERESSARSI DA SUBITO A REALIZZARE  IMPIANTI E  METODICHE NON INQUINANTI, CHE DALL’ IMMONDIZA RICAVANO RICCHEZZA  EFFICACEMENTE OPERANTI IN ALTRI LUOGHI E RISOLUTIVI DEL PROBLEMA DEI RIFIUTI.

INVECE DI BATTERSI PER RISOLVERE I GRAVI PROBLEMI CHE AFFLIGGONO IL PAESE, LE “OPPOSIZIONI” FANNO IL VERSO DA DECENNI ALLE PROVOCAZIONI SUGGERITE AL PRESIDENTE DAGLI ESPERTI DI MARKETING.

28 maggio 2011

Il progetto è tenere attivo il bailamme dei privi di progettualita’ interessati solo a far apparire il loro volto fra le schiere di presenzialisti  dispensatori di commenti prevedibili, insignificanti ed inutili.  Si consulta con gli esperti di marketing per imbastire provocazioni che sfiorino valori conclamati affinchè gli “oppositori” si trasformino in fervidi difensori della morale corrente e dimentichino le devastazioni in atto per il mancato progresso dell’ Italia.  Il gioco ha ben funzionato e funziona sugli “oppositori” che, lungi dall’ evidenziare quotidianamente i disagi per le mancate soluzioni dei gravi problemi che affliggono il sociale. si sono specializzati a fare il verso alle provocazioni costruite a tavolino dagli esperti di marketing del presidente. E’ avvilente sapere dalla Corte Dei Conti che la corruzione sottrae dalle casse dello Stato 78 miliardi di € all’ anno pari a 213 milioni al giorno e che le “opposizioni” tacciono pur vedendo che Istituti pubblici detentori di preziosi saperi vengono sottoposti a dannose riduzioni di personale o chiusi per mancanza di finanziamenti.


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: