“INDIGNATI”, NON SBAGLIATE MIRA: E’ LA CORRUZIONE AL POTERE CHE DISTRUGGE IL VOSTRO AVVENIRE. SONO I POLITICI CORROTTI ED INCAPACI CHE AVVILISCONO IL VOSTRO PRESENTE E MINANO IL VOSTRO FUTURO.

“INDIGNATI”, per dare un incisivo e valido apporto al rinnovamento, dovete identificare i nemici del vostro progredire, i diretti responsabili del decadimento della  societa’, i fautori del debito pubblico. Dovete appurare se i politici entrati nei luoghi istituzionali della Repubblica hanno operato ed operano per il bene comune e se la gestione del denaro pubblico, frutto del contributo fiscale degli italiani, è stata ed è esercitata nell’ interesse di tutti.

Per poter esprimere un giudizio probo ed imparziale è necessario che rifuggiate dal giornalismo schierato con i poteri forti o peggio connivente con la politica, ricorrendo invece   alla voce di rari personaggi-testimoni,  ex appartenenti a partiti politici o a strutture istituzionali che hanno, con i loro scritti, sentito il dovere di informare i cittadini sul vero agire dei politici e dei pubblici amministratori.

Un uomo giusto,  un magistrato della Repubblica, che ha percorso e conosciuto numerosi luoghi istituzionali, ha consegnato una illuminante e preziosissima testimonianza che svela agli uomini di buona il volontà l’agire di una classe politica che ha impoverito tutti noi e messo sulle vostre spalle, quelle  delle future generazioni, uno dei debiti pubblici più elevati al mondo.  La restrizione alla diffusione capillare di denunce scomode è avvenuta ed avviene grazie a media  diretti da giornalisti ad assunzione  clientelare, che hanno il compito di coprire quei personaggi pubblici che, per le loro malefatte, dovrebbero essere stati da tempo allontanati dalle istituzioni.

Il testo estratto dalla pagina 29 della pubblicazione Koinè: ” Tangenti ad alta velocita’ ” scritto dal magistrato F. Imposimato,  da G.Pisauro e da S.b Provvisionato, è fondamentale per capire in quali mani è la nostra Repubblica e che il rinnovamento è possibile solo e soltanto liberando le istituzioni da coloro che, pagati da tutti noi per  difendere lo Stato, fanno scempio delle leggi e degli ordinamenti democratici per arricchirsi illecitamente.

“Treno ad alta velocità. Una sfida europea, non solo italiana. Un investimento di migliaia e migliaia di miliardi per rendere più moderno un sistema ferroviario e di conseguenza il paese che lo ospita. Eppure, anche in questo, come in mille altri casi, i predoni hanno assaltato la diligenza., svuotandone le casse che trasportava.

Ma mai come in questo caso, come nel caso dell’ Alta Velocita’, i predoni si sono coalizzati ai più alti livelli: imprenditori, affaristi d’ ogni risma, dirigenti d’ azienda, ma anche politici e burocrati, mafiosi e avvocati. Essi si sono assicurati la protezione di alcuni magistrati incaricati di indagare sul grande imbroglio:controllori che colludevano con i controllati. Il giro di burocrati si è allargato fino a comprendere alti ufficiali incaricati di svolgere le indagini e burocrati deputati a controllare la regolarità dell’ operazione.

Qualsiasi grande scandalo dell’ era Tangentopoli impallidisce di fronte a questo assalto predatorio che alcuni esperti hanno valutato nell’ astronomica cifra di 140 mila miliardi di lire. Uno scandalo svelato, uno scandalo portato alla luce del sole grazie all’ azione della magistratura e di chi nella società civile si batte per una gestione trasparente della cosa pubblica. Chiusa la lunga inchiesta condotta prima dai magistrati di la La Spezia e poi da quelli di Perugia si attende la fase del giudizio, nell’ indifferenza generale.

Ma gli elementi per costruire non solo la cornice , ma anche il quadro di quella che qualcuno ha voluto definire <<la madre di tutte le tangenti>> ci sono già tutti.

Questa è la cronaca di un grande scempio. Un vero atto di pirateria non solo annunciato, ma anche -e a lungo- inutilmente denunciato da un giudice scomodo, divenuto parlamentare e membro della Commissione antimafia.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: