MONTI,COME NEI PIANI, SQUASSA L’ ITALIA – LA VALOROSA RESISTENZA DEGLI OPERAI E DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE DEL NORD-EST.

 Egregio prof. Mario Monti,

non avendo fatto nulla per favorire la ripresa, non abbiamo capito se Lei ha programmato di mettere in ginocchio l’ Italia  per spingere gli italiani alla disperazione, indebolirne la dignità e lo spirito combattivo, costringerli  ad implorare pietà per poi Lei ripresentarsi come salvatore,  oppure vi è un altro personaggio-salvatore  della Sua cordata che si presenterà con lo slogan beffardo “salva Italia”  per darci il colpo finale.

Dopo la Sua cura “Salva Italia”:

la pressione fiscale è aumentata al punto da non rendere più conveniente investire;

– il debito pubblico è aumentato malgrado la tosatura dell’ IMU;

il normale  sistema creditizio è sabotato;

le accise sui carburanti aumentano il costo dei trasporti che in Italia sono prevalentemente su gomma;

i prezzi in generale  aumentano con la conseguente diminuizione della domanda e del gettito fiscale;

le più valide e produttive aziende lasciano il territorio per non fallire ed anche perchè invitate da altre nazioni che forniscono loro servizi, capannoni, esenzioni fiscali, agevolazioni finanziarie e creditizie;

la disoccupazione giovanile aumenta oltre i limiti fisiologici e la generazione dei trentenni non avrà casa, lavoro e famiglia propria;

la ricerca e l’ istruzione subiscono tagli e ridurranno il nostro paese all’ azzeramento della brevettistica e all’ analfabetismo tecnologico;

la recessione è in atto e gli interessi per il debito saranno ottenuti con una insostenibile ulteriore tassazione .

Dopo il premio che Le hanno conferito per aver approntato diligentemente la lista delle nostre migliori aziende di stato da vendere per pagare gli interessi alla banche, sicuramente la Germania e la Francia Le faranno vivissimi complimenti per il lavoro di deindustrializzazione che portato avanti con successo e anche  per la massa di disoccupati, che aumenta ogni giorno, rendendo  l’ Italia un  bacino di manodopera a basso costo, proprio come dettato  dalla finanza e dall’ industria  tedesca, a cui la concorrenza delle geniali aziende  italiane, offuscava la loro presunta superiorità.

I poteri, che nel mondo depredano le nazioni e  le riducono in miseria, temono  che i popoli prendano consapevolezza   del loro agire mirato a sconvolge gli ordinamenti democratici  con la collaborazione dei politici che aprono loro le porte.

Il giorno in cui la gente saprà   non vorrei essere nei panni dei collaborazionisti.

Distinti saluti.

francesco miglino

segretario del partito internettiano

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: