Archive for dicembre 2012

ACCORATO APPELLO DI KENNEDY CONTRO LE ASSOCIAZIONI SEGRETE, CHE RENDONO INSICURA LA VITA DEI POPOLI : “STO CHIEDENDO IL VOSTRO AIUTO, NEL COMPITO DIFFICILISSIMO DI INFORMARE ED ALLERTARE IL POPOLO AMERICANO”.

7 dicembre 2012
Signore e signori, la parola “segretezza” è ripugnante, in una società aperta e libera.
E noi come popolo, ci siamo opposti, intrinsecamente e storicamente, alle società segrerte, ai giuramenti segreti e alle riunioni segrete.
Siamo di fronte, in tutto il mondo, ad una cospirazione
monolitica e spietata, basata soprattutto su mezzi segreti, per espandere la sua sfera d’influenza, sull’infiltrazione anzichè sull’invasione, sulla sovversione anzichè sulle elezioni, sull’intimidazione anzichè sulla libera scelta.
E’ un sistema che ha reclutato ampie risorse umane e materiali nella costruzione di una macchina affiatata, altamente efficiente, che combina operazioni militari, diplomatiche, di intelligence, operazioni economiche, scientifiche e politiche.
Nessuna spesa viene contestata, nessun segreto viene rivelato. Ecco perchè il legislatore ateniese Solone decretò che evitare le controversie fosse un crimine per ogni cittadino. Sto chiedendo il vostro aiuto, nel difficilissimo compito di informare e allertare il popolo americano. John F. Kennedy

QUANDO VOI ITALIANI APPRENDERETE CHE HANNO VENDUTO LE CASERME, LE SCUOLE, LA SANITA’ PUBBLICA E CHE CAMION BLINDATI STANNO CARICANDO IL VOSTRO ORO, RICORDERETE IL DISCORSO DI KENNEDY CHE INFORMO’ GLI AMERICANI ED IL MONDO SULL’ AGIRE DI ASSOCIAZIONI SEGRETE CHE, CON ARTEFICI FINANZIARI ATTACCANO LE ECONOMIE DELLE NAZIONI E DISTRUGGONO L’AVVENIRE DEI POPOLI.
LA STESSA SORTE STA TOCCANDO A VOI SE NON APRITE GLI OCCHI E LI FERMERETE IN TEMPO.
AL LEALE DISCORSO DI KENNEDY SI SOMMA IL PREZIOSO PROVVEDIMENTO ESECUTIVO 11110 PER LA RIAPPROPRIAZIONE DELLA SOVRANITA’ MONETARIA AMERICANA PERDUTA A CAUSA DELLA CORRUZIONE E DEL TRADIMENTO DELLA COSTITUZIONE AMERICANA DEI PRECEDENTI POLITICI.

ORGANIZZARE LA NUOVA RESISTENZA PER RIBELLARSI ALLA TIRANNIDE CHE INCOMBE SULL’ EUROPA.

7 dicembre 2012
LA DECISIONE SECONDO CUI I GIORNALISTI NON POSSONO RICHIEDERE E CONTROLLARE I DOCUMENTI DELLA BCE, DOVREBBE SERIAMENTE PREOCCUPARE OGNI CITTADINO SERIO E CONSAPEVOLE CHE VUOLE DIFENDERE L’ UNITA’ POLITICA EUROPEA.
INVECE SENZA DISCUTERE I PROGRAMMI, IMPAZZA IL PETTEGOLEZZO NOIOSO ED INCONCLUDENTE INTORNO AI CANDIDATI DEI PARTITI FALLIMENTARI CHE SI RIPROPONGONO GRAZIE AL CIECO ED IRRESPONSABILE SANFEDISMO DELLA BASE ACRITICA.

COSI’ LE ASSOCIAZIONI FINANZIARIE, CHE DOVREBBERO ESSERE A DISPOSIZIONE DEGLI EUROPEI, IMPONGONO LE REGOLE ANTIDEMOCRATICHE DELLA BCE CHE AGISCE SENZA CONTROLLI NEGLI INTERESSI DELLE ASSICURAZIONI E DELLE BANCHE.
Inquietante sentenza Corte di Giustizia UE: i giornalisti non possono richiedere documenti sulla BCE
Nel più assoluto silenzio dei media e, naturalmente, della politica impegnata in una faticosa opera di autoreferenzialità, almeno in Italia, la Corte di

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: