Archive for ottobre 2013

31 ottobre 2013

OBAMA HA UNA GRANDE AMMIRAZIONE PER LINCOLN.
AL DIRIGENTI DEL PARTITO DEMOCRATICO AMERICANO, CON CUI SIAMO IN CONTATTO, ABBIAMO INVIATO NUMEROSE SOLLECITAZIONI AFFINCHE’ IL PRESIDENTE, RECUPERI LA SOVRANITA’ MONETARIA DEGLI U.S.A. SALVANDO L’ AMERICA DALLA SUDDITANZA E MINACCIA DEI PADRONI PRIVATI DELLA MONETA-DEBITO INFINITO, LIBERANDO DALL’ ANGOSCIA E DALLA MISERIA UNA CONSISTENTE PARTE DELLA POPOLAZIONE, FRA CUI E’ PREVALENTE QUELLA DI COLORE.

SIGNOR PRESIDENTE BARACK OBAMA, LA STORIA LE OFFRE L’ OCCASIONE PER SCRIVERE IL SUO NOME FRA I GRANDI DELLA STORIA RISTABILENDO, PER IL SUO PAESE, LA SOVRANITA’ MONETARIA E RISCATTANDO IL SUO POPOLO DALLA SUDDITANZA AL DEBITO INFINITO.

ABRAMO LINCOLN,

CON DOCUMENTO DEL SENATO N.23 DEL 1865, DIMOSTRO’ CHE E’ POSSIBILE RICONQUISTARE LA PROPRIA SOVRANITA’ MONETARIAPER IL BENE DELL’ AMERICA

 Il Governo non ha necessità né deve prendere a prestito capitale pagando interessi come mezzo per finanziare lavori governativi ed imprese pubbliche. Il Governo deve creare, emettere e far circolare tutta la valuta ed il credito necessari per soddisfare il potere di spesa del Governo ed il potere d’acquisto dei consumatori. Il privilegio di creare ed emettere moneta non è solamente una prerogativa suprema del Governo, ma rappresenta anche la maggiore opportunità creativa del Governo-stesso.
La moneta cesserà di essere la padrona e diventerà la serva dell’umanità. La democrazia diventerà superiore al potere dei soldi.”

  es o

Francesco Miglino – segretario http://www.partitointernettiano.it e-mail: partitointernettiano@gmail.com

Annunci

IL POTERE MONETARIO NELLE MANI DI PRIVATI, MINACCIA DI FAR FALLIRE L’AMERICA E DI PRIVARE I LAVORATORI DEL LORO STIPENDIO. LA SOCIETA’ AMERICANA, COSTRETTA A VIVERE NELL’ ANGOSCIA E NELL’ INCERTEZZA, DEVE DIFENDERSI RICONQUISTANDO I POTERI DECISIONALI CHE E’ POSSIBILE AVERE RIAPPROPRIANDOSI DELLA SOVRANITA’ MONETARIA GESTITA DALLO STATO E NON DA QUEI PRIVATI CHE MINACCIANO LA CIVILE CONVIVENZA DEGLI AMERICANI E LA NAZIONE.

11 ottobre 2013

ABRAMO LINCOLN,

CON DOCUMENTO DEL SENATO N.23 DEL 1865, DIMOSTRO’ CHE E’ POSSIBILE RICONQUISTARE LA PROPRIA SOVRANITA’ MONETARIA PER IL BENE DELL’ AMERICA

 

“Il Governo non ha necessità né deve prendere a prestito capitale pagando interessi come mezzo per finanziare lavori governativi ed imprese pubbliche. Il Governo deve creare, emettere e far circolare tutta la valuta ed il credito necessari per soddisfare il potere di spesa del Governo ed il potere d’acquisto dei consumatori. Il privilegio di creare ed emettere moneta non è solamente una prerogativa suprema del Governo, ma rappresenta anche la maggiore opportunità creativa del Governo stesso.
La moneta cesserà di essere la padrona e diventerà la serva dell’umanità. La democrazia diventerà superiore al potere dei soldi.”

SIGNOR PRESIDENTE BARACK OBAMA, LA STORIA LE OFFRE L’ OCCASIONE DI SCRIVERE IL SUO NOME FRA I GRANDI DELLA STORIA RISTABILENDO PER IL SUO PAESE LA SOVRANITA’ MONETARIA E LIBERANDO IL SUO POPOLO DALLA SUDDITANZA AL DEBITO INFINITO.

Francesco Miglino segretario

http://www.partitointernettiano.it

SALVARE L’ AMERICA DAL FALLIMENTO VOLUTO DAGLI STAMPATORI DI MONETA-DEBITO E’ POSSIBILE

3 ottobre 2013

SALVARE L’ AMERICA DAL FALLIMENTO VOLUTO DAGLI STAMPATORI DI MONETA-DEBITO, E’ POSSIBILE

3 ottobre 2013

Egregio presidente BARACK OBAMA,

milioni di internettiani di tutti i ceti sociali, hanno finanziato la Sua campagna elettorale per volerLa libera da ogni obbligo verso le banche e le lobbies come nella civile tradizione del PARTITO DEMOCRATICO AMERICANO.

Da tutto il mondo La stanno osservando, poiche’ è incredibile, come uno sparuto Gruppo di stampatori di moneta-debito, di banchieri e di operatori della finanza che spacciano derivati e titoli tossici, possa aver indebitato gli USA sino a minacciare di non essere piu’ disposti a fornire la liquidità monetaria per pagare gli stipendi ai dipendenti degli uffici pubblici statunitensi.

Nell’ ERA INTERNETTIANA, il denaro deve essere il giusto compenso del lavoro utile che ogni uomo apporta alla propria comunita’ e bisogna impedire che sia utilizzato come strumento di afflizioni disumane da avidi parassiti.

Oggi, i danni causati alle Comunita’ umane dalla finanza senza regole e freni, sono devastanti ed e’ giunta l’ ora di porvi fine poiché, non solo le famiglie di altri popoli, ma anche le famiglie americane sono disorientate, afflitte, rovinate da numerose bolle speculative e dai titoli tossici. Con spirito di auto difesa, Le hanno dato il voto sia il popolo ridotto in miseria che la working class e la middie class, che ora Le chiedono di essere tutelate.

Benche’ la situazione sia disperata, Lei, presidente BARACK OBAMA, ha la possibilita’ di interrompere l’ indebitamento degli Usa, rendere vane le minacce degli stampatori di moneta-debito e salvare il Suo Paese dal fallimento.

Utilizzi da subito l’ ordine esecutivo 11110  mai abrogato, firmato il 4 giugno 1963 da John Fitzgerald Kennedy e cominci a far funzionare le rotative per stampare moneta USA, chieda dove sono nascosti i 400 miliardi di euro già stampati da Kennedy e li mandi in circolazione così restituisce agli Americani  il dono piu’ bello che possa avere un popolo per evitare crisi e progettare in serenita’ il proprio futuro: la possibilità di stampare e disporre di moneta senza indebitarsi, proprio come scritto dai Padri della Costituzione Americana.
Grazie.

Francesco Miglino
http://www.partitointernettiano.it

  • Executive Order 11110
    AMENDMENT OF EXECUTIVE ORDER NO. 10289
    AS AMENDED, RELATING TO THE PERFORMANCE OF CERTAIN FUNCTIONS AFFECTING THE
    DEPARTMENT OF THE TREASURY

By virtue of the authority vested in me by section 301 of title 3 of the United States Code, it is ordered as follows:
Section 1. Executive Order No. 10289 of September 19, 1951, as amended, is hereby further amended – By adding at the end of paragraph 1 thereof the following subparagraph (j):
(j) The authority vested in the President by paragraph (b) of section 43 of the Act of May 12,1933, as amended (31 U.S.C.821(b)), to issue silver certificates against any silver bullion, silver, or standard silver dollars in the Treasury not then held for redemption of any outstanding silver certificates, to prescribe the denomination of such silver certificates, and to coin standard silver dollars and subsidiary silver currency for their redemption
and
By revoking subparagraphs (b) and (c) of paragraph 2 thereof.
Sec. 2. The amendments made by this Order shall not affect any act done, or any right accruing or accrued or any suit or proceeding had or commenced in any civil or criminal cause prior to the date of this Order but all such liabilities shall continue and may be enforced as if said amendments had not been made.
John F. Kennedy The White House, June 4, 1963.


Una delle banconote emesse da Kennedy nel 1963 con la scritta (in alto):
“United States Note”, invece dell’attuale “Federal Reserve Note”.


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: